LA RIVISTA
  IL FOLKLORE D'ITALIA
CONVENZIONI
  ANDIRIVIENI TRAVEL
  ITALIA EVENTI
  AUTOGRILL
  SIAE
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
CONVENZIONE ASSICURATIVA

INFO E RECAPITI

LINKS
  sagreinitalia.it

CONTATTACI



ABBONATI A “IL FOLKLORE D’ITALIA”
Parte la campagna abbonamenti al notiziario della Federazione Italiana Tradizioni Popolari

I GIOVANI E IL FOLKLORE, IL GARGANO ARRICCHISCE IL SUO TESORO


Quindici gruppi in rappresentanza di sei regioni italiane (Puglia, Sardegna, Calabria, Lombardia, Sicilia e Basilicata) hanno animato la 31.ma edizione de “Il Fanciullo e il Folklore – Incontro con le nuove generazioni”, svoltasi a Vieste, in provincia di Foggia. Scenario suggestivo degli spettacoli la “Marina piccola”. Davanti alle onde del mare e ad una folta cornice di pubblico (in entrambe le serate) si sono esibiti “Pizzeche & Muzzeche” di Vieste (Foggia), “Pizzeche & Muzzeche-I Piccoli”, “Città di Milazzo” (Messina), “I Tencitt” di Cunardo (Varese), “Città di Tropea” (Vibo Valentia), “Città di Alberobello” (Bari), “Miromagnum” di Mormanno (Cosenza), “I Piccoli dell’Eco” di San Giovanni Rotondo (Foggia), “Is Currulleris de Su Brugu” di Oristano, “R’denne e Zumbann” di Vieste (Foggia), “I Puricini” di Vibo Valentia, “Pro Loco del Pollino” di Castrovillari (Cosenza), “Viginti Millys” di Lascari (Palermo), “Lu Chiccirichì” di Viggiano (Potenza) e “Aria Sonora” di San Nicandro Garganico (Foggia).
Il Gargano si conferma culla del folklore. Tre giorni intensi hanno caratterizzato la Rassegna organizzata dalla Fitp. Un plauso al Gruppo folklorico “Pizzeche & Muzzeche”, presieduto da Claudio Chionchio, per l’organizzazione e l’ospitalità. Immancabile il supporto della locale Amministrazione comunale guidata dal sindaco Ersilia Nobile e rappresentata durante la manifestazione dall’assessore al turismo, Nicola Rosiello.
Spettacoli folklorici, musica etcnica-popolare (con i “Gargarensi” e gli “Audiofolk”), la messa celebrata presso la Cattedrale da don Gioacchino Strizzi, la Rassegna del documentario etnografico (tema della decima edizione “L’Acqua”), una parata tra colori e suoni lungo le vie del centro storico e una nuova uscita della Nazionale di calcio (persa l’imbattibilità per mano delle Vecchie glorie). Questo ed altro ancora hanno caratterizzato l’edizione 2015 de “Il Fanciullo e il Folklore – Incontro con le nuove generazioni”. Uno spettacolo nello spettacolo.
La Rassegna del documentario etnografico ha visto primeggiare nella sezione “A” il documentario “La memoria dell’acqua” del Gruppo folklorico “Is Currelleris de Su Brugu” di Oristano, nella sezione “B” il documentario (unico iscritto) “Nient’altro che acqua” dell’Associazione Cineteca della Calabria. Completano il podio della sezione “A” il documentario “Le acque del Margorabbia”, tra sacro e profano” del Gruppo “I Tencitt” di Cunardo (Varese) e il documentario “L’Acqua” del Gruppo “Città di Milazzo” (Messina); “Premio Avella” al documentario “Aghis” del Gruppo “Santa Lucia” di Bagnarola di Sesto al Reghena (Pordenone).
I filmati sono stati visionati e giudicati dalla Commissione composta dal presidente Mario Atzori (Consulta scientifica Fitp) e da Luigi Scalas (vicepresidente Fitp), Gianfranco Donadio (antropologo visuale), Pietro Arrigoni (regista di teatro); segretario Salvatore Bonventre (presidente Gruppo folklorico “Compagnia degli Zanni”).
«Una tre giorni di straordinaria bellezza –commenta Benito Ripoli, presidente nazionale della Fitp – che ha trovato casa nel mio Gargano. Il merito va agli amici del gruppo di Vieste, veri protagonisti con la loro macchina organizzativa».

 


» Fotogallery di Ilaria Fioravanti