LA RIVISTA
  IL FOLKLORE D'ITALIA
CONVENZIONI
  ANDIRIVIENI TRAVEL
  ITALIA EVENTI
  AUTOGRILL
  SIAE
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
CONVENZIONE ASSICURATIVA

INFO E RECAPITI

LINKS
  sagreinitalia.it

CONTATTACI



ABBONATI A “IL FOLKLORE D’ITALIA”
Parte la campagna abbonamenti al notiziario della Federazione Italiana Tradizioni Popolari

"TERRITORI E FOLKLORE" E L'INCONTRO CON IL PAPA

Il mondo delle tradizioni popolari regala tante emozioni e sorprese, sempre. E’ proprio vero. Succede ogni volta che la Federazione Italiana Tradizioni Popolari si mette in cammino lungo tutto il Belpaese. Durante la “tre giorni” della “Scalinata del Folklore”, svoltasi nei suggestivi paesaggi dei Castelli Romani, con Nemi quartier generale, la FITP ha partecipato all’Angelus del Papa, presso la residenza estiva di Castel Gandolfo. Un’emozione inaspettata per tutti, dai dirigenti, alle coppie protagoniste della manifestazione, dalla quale nascerà il calendario FITP 2012, agli accompagnatori. Momenti particolari che ognuno ha vissuto nella propria e personale intimità, nella propria fede, ma che ha condiviso con tutti gli altri presenti. E all’Angelus di Benedetto XVI ha partecipato il mondo intero. La FITP all’Angelus del Papa, la “ciliegina sulla torta” di un lungo weekend tra le bellezze paesaggistiche, e non solo, dei Castelli Romani. Belle zone “colorate” dagli abiti delle tradizioni popolari.
Nemi, Velletri, Lanuvio, Genzano, Marino, Rocca di Papa, Castel Gandolfo, Grottaferrata, Albano Laziale, Frascati, Monte Porzio Catone, Ariccia, set del servizio fotografico realizzato da Albertoo la residenza estiva di Castel Gandolfo. Emozioni per chi era presente e per tutto il mondo delle tradizioni popolari. Immenso. Dionisi, i cui clic daranno vita al quinto calendario artistico targato FITP. Un reportage curato nei minimi particolari dall’assessore Gerardo Bonifati. La “Scalinata del Folklore 2011” è stata patrocinata dal Consorzio SBCR dei Castelli Romani, ente sostenitore dell’iniziativa insieme ad altri sponsor. Fondamentale l’impegno del Gruppo Folklorico “U Rembombu” di Nemi, presieduto da Elisabetta Mannoni, che ha presenziato all’evento, sostenendolo con un’eccezionale ospitalità. Quell’ospitalità ben riservata anche l’hotel Monte Artmisio, dove la “carovana” del folklore ha soggiornato durante la “tre giorni”. In terra laziale, per la FITP, oltre all’assessore Bonifati, c’erano il vicepresidente nazionale Luigi Scalas, Franco Fedele, presidente del collegio dei sindaci revisori e i presidenti regionali, Ivo Di Matteo (Lazio) e Ivo Polo (Molise).
Ecco i gruppi protagonisti della “Scalinata del Folklore 2011”.
“Città di Assemini” (Cagliari), “La Madonnina” di Messina, “Asprumunti” di Cardeto (Reggio Calabria), “Maria Di Pierro” di Genzano di Lucania (Potenza), “Gregoriano” di San Gregorio Magno (Salerno), “Motl la Fnodd” di Mottola (Taranto), “La Morgia” di Pietracatella (Campobasso), “Rio” di Roccavivi (L’Aquila), “Città di Matelica” (Macerata), “Il Cilindro” di Cortona (Arezzo), “Genova Montana” (Genova), “Orobico” (Bergamo), “El Paiar” di Bovolone (Verona), “Lis Zirandulis” di Nimis (Udine).
Per il Lazio, provincia di Roma: “Equestre Città di Velletri”, “O Stazzo” di Velletri, “Angela” di Vicovaro, “U Rembombu” di Nemi; provincia di Frosinone: “Aria di Casa Nostra” di Alatri; “Cultura e tradizioni ciociare” di Ferentino; provincia di Latina: “I Paggetti di Minturno”, “Le Contrade” di Spigno Saturnia; “Norbensis” di Norma; “Antica Vescia” di Castelforte e Santi Cosma e Damiano; provincia di Rieti: “Città di Cures” di  Fara Sabina, “Gli Zanni” di Pescorocchiano.    

Foto Gallery