LA RIVISTA
  IL FOLKLORE D'ITALIA
CONVENZIONI
  ANDIRIVIENI TRAVEL
  ITALIA EVENTI
  AUTOGRILL
  SIAE
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER
CONVENZIONE ASSICURATIVA

INFO E RECAPITI

LINKS
  sagreinitalia.it

CONTATTACI



ABBONATI A “IL FOLKLORE D’ITALIA”
Parte la campagna abbonamenti al notiziario della Federazione Italiana Tradizioni Popolari

Rassegna Internazionale Vittorio De Seta di Documentari Etnografici


 


La Federazione Italiana Tradizioni Popolari, organizza a San Giovanni Rotondo, nei giorni 25, 26 e 27 novembre 2016 la 1° Rassegna Internazionale “Vittorio De Seta” di  Documentari Etnografici. L’intento principale è quello di valorizzare la figura del regista e del cineasta Vittorio De Seta, che ha sempre dimostrato particolari interessi etno-antropologici. Inoltre, il concorso-rassegna ha lo scopo di promuovere e diffondere la conoscenza antropologica, tramite il mezzo audiovisivo, delle culture popolari delle comunità italiane e di quelle straniere e, quindi, perseguire l’obiettivo di tutelare e valorizzare le suddette culture intese come patrimoni inalienabili delle differenti identità locali. Questo particolare obiettivo didattico può essere realizzato soprattutto con i giovani perché, utilizzando gli strumenti della moderna tecnologia per riprese, siano interessati a documentare le tradizioni popolari (canti, balli, feste, avvenimenti, tecniche e manufatti delle produzioni artigianali, tradizioni alimentari ecc.) delle differenti comunità. Si tratta così di attivare, nell’ambito delle nuove generazioni, il recupero dei valori fondamentali del locale, in quanto caratterizzanti le diverse identità, rispetto ai rischi del diffondersi di una certa uniformità culturale indistinta, indotta dall’attuale globalizzazione economico-sociale. Pertanto, recuperare e rifunzionalizzare alle esigenze attuali le proprie identità culturali, conducendo ricerche e documentandole con i moderni mezzi teleaudiovisivi, costituisce una particolare forma cosciente e critica del proprio vivere con uno sguardo al futuro da indicare come «testimone» a quelli che ci succederanno, nel procedere della staffetta della vita.

Ulteriore obiettivo della Rassegna è tentare di inserirsi, nel quadro del dibattito delle discipline demo-etno-antropologiche, per offrire un piccolo contributo alla definizione dell’importante ruolo dell’antropologia visuale negli studi attualmente condotti dagli antropologi. Infine, in tale complesso orientamento teorico-metodologico si cerca di individuare quali siano gli attuali sistemi e processi di rifunzionalizzazione delle «tradizioni popolari» ancora vitali nelle diverse realtà sociali di tutti i contesti culturali del mondo. Una prima risposta sembra essere la loro messa in scena nella quale si conserva la spettacolarità originaria dei fenomeni antropologici. Da qui la necessità delle documentazioni audiotelevisive dei patrimoni culturali folklorici immateriali e materiali.

Sulla base degli obiettivi fin qui sintetizzati si è ritenuto doveroso dedicare la Rassegna a Vittorio De Seta che, fin da giovane, si è impegnato a documentare numerose realtà popolari meridionali: 1954. Lu tempu di li pisci spata (11 min.), 1954. Isole di fuoco (11 min.), 1955. Sulfarara (10 min.), 1955. Pasqua in Sicilia (11 min.), 1955. Contadini del mare (10 min.), 1955. Parabola d'oro (10 min.), 1958. Pescherecci (11 min.), 1958. Pastori di Orgosolo (11 min.), 1958. Un giorno in Barbagia (14 min.), 1959. I dimenticati (20 min.); inoltre, lo stesso interesse per le prospettive antropologiche sono presenti in diversi suoi film fra i quali sono noti Banditi ad Orgosolo del 1961 (premio opera prima al Festival di Venezia) e Lettere dal Sahara del 2006, lungometraggio nel quale viene ripresa la vita di un immigrato africano in Italia. Sia nei documentari, sia nei film, come è noto, Vittorio De Seta focalizza con forti immagini cinematografiche la complessa problematica della cosiddetta Questione meridionale denunciata, nei primi del Novecento da Antonio Gramsci, poi ripresa da numerosi intellettuali, ma ancora oggi aperta al dibattito. È probabile che il piccolo contributo della Rassegna riesca a portare avanti qualche annosa istanza.

 

DOCUMENTARI AMMESSI DI DIRITTO ALLA SELEZIONE DELLA CATEGORIA “B” DELLA RASSEGNA INTERNAZIONE VITTORIO DE SETA  DI DOCUMENTARI ETNOGRAFICI -  (Vedi nel sito il bando di concorso)
SAN GIOVANNI ROTODO NEI GIORNI 25-26 NOVEMBRE 2016  

Tema: “IL CARNEVALE
8° edizione - Brindisi 13.04.2013
1° “ Il Carnevale degli Zanni nel Cicolano. Tradizione e rifunzionalizzazione", g.f. La Compagnia degli Zanni di Pescorocchiano (Rieti).
2° "L'inseri. Il Carnevale friulano", g.f. “Santa Lucia” di Bagnarola di Sesto al Renghena (Pordenone).
3° "A Carnovà, tutto se po' fa'", g.f. “Ortensia” di Ortezzano (Fermo).

Premio speciale “Gino Avella” al filmato "Il giorno delle farse. Oggi comando io", g.f. “Curtalisi” di Cortale e "Due Mari" di Catanzaro.

Riconoscimento VICT (Valore identificato culturale tradizionale) Iov-Italia per gli “abiti e ornamenti tradizionali fedelmente riprodotti” g.f. Garmoniya - Russia
Tema:PELLEGRINAGGI E FIERE NELLA RELIGIOSITA’ POPOLARE
9° edizione - Tropea 25/27.04.2014
1° Film: “Blessing of the Deitis”   Gruppo: “Eyerik” (Iakutia) .
Il video è stato pubblicato all'indirizzo http://youtu.be/VWG34lGzIgk
2° Film: “La comunità di Pescorocchiano e il pellegrinaggio ai piedi della Santissima trinità”", g.f. La Compagnia degli Zanni di Pescorocchiano (Rieti). 
Il video è stato pubblicato all'indirizzo http://youtu.be/1eUyxchFNqw
3° Film: “Ra nostra festa. Poesia e racconto” Gruppo: “I Tencitt”Cunardo ( Varese) - .
Il video è stato pubblicato all'indirizzo http://youtu.be/8kLwJGTzyeg

Premio speciale “Gino Avella” Film: Il santuario della Madonna dell’ambro tra divinità e natura” Gruppo: “Staphilè” di Staffolo (Ancona)  Il  video è stato pubblicato all'indirizzo http://youtu.be/JNIYVoN2S2s

Riconoscimento VICT (Valore identificato culturale tradizionale) Iov-Italia per gli “abiti e ornamenti tradizionali fedelmente riprodotti” “Rang Subri” (India),

Tema: “L’ACQUA”
10° edizione - Vieste 24/26.04.2015

Sezione A
1° Film: “La memoria dell’acqua” del Gruppo folklorico” “Is Currelleris de Su Brugu” di Oristano
2° Film: “Le acque del Margorabbia”, tra sacro e profano” del Gruppo “I Tencitt” di Cunardo (Varese)
3° Film: “L’Acqua” del Gruppo “Città di Milazzo” (Messina)
Premio speciale “Gino Avella” Film: “Aghis” del Gruppo “Santa Lucia” di Bagnarola di Sesto al Reghena (Pordenone)

Sezione B
1° Film: “Nient’altro che acqua” dell’Associazione Cineteca della Calabria

 

Tema: IL FUOCO” 
11° edizione - Ravenna 22/24.04.2016

Sezione A
1° Film:Luminerio”di “Lina D’Ambrosio” di Trenta (Cosenza).
2° Film: Pantasima del Cigolano”  del Gruppo Folklorico “Gli Zanni” di Pescorocchiano (Rieti)
3° Film: “Il fuoco” Gruppo Folklorico “Miromagnum”Mormanno (Cosenza)

Premio speciale “Gino Avella” Film: “Fuoco, materia e spirito”Regia di Giovanni Fortunato in collaborazione con il Gruppo “Tencitt” CUNARDO  (VARESE)

Sezione B
1° Film: “The fire born”Regia del Gruppo CIOFF Armenia ARMENIA

-------------------------

In allegato il Regolamento, il Bando e la Scheda di partecipazione della Rassegna.
I documentari selezionati saranno proiettati nei giorni 25 e 26; la proclamazione dei vincitori avverrà il giorno 27. 
La manifestazione sarà abbinata all'evento «Omaggio a San Padre Pio».

REGOLAMENTO
BANDO
SCHEDA DI PARTECIPAZIONE
SCHEDA DI VALUTAZIONE

IL PRESIDENTE DELLA F.I.T.P. (Benito Ripoli)

 

 

International Festival of Documentary Ethnographic Vittorio De Seta.


 

Will take place in San Giovanni Rotondo on 25-26-27 November, International Festival of Documentary Ethnographic Vittorio De Seta.
Enclosed is the Regulation, the Sender and the participation of the Review Board .
The selected films will be screened on 24 and 26; The winners will be announced on the 27th .
The event will be combined event «Tribute to St. Padre Pio»

REGULATION
SENDER
PARTICIPATION

THE PRESIDENT OF F.I.T.P. ( Benito Ripoli )